Colonia Felina

colonia_felina

Sarà capitato a tutti voi di notare, camminando per strada o girando in automobile, un 000-219 luogo popolato da un gruppo di mici.
Forse vi sarete domandati cosa ci facevano tutti quei gatti in quel posto.
Beh, quasi certamente vi siete imbattuti in una COLONIA FELINA.

Cos’è una colonia felina?
Una colonia felina è costituita da un gruppo più o meno numeroso di gatti che vivono 000-451 in un determinato territorio.
L’Ufficio Tutela Animali comune, in applicazione della normativa vigente, riconosce una veste ufficiale a questi insediamenti felini, garantendo assistenza veterinaria e controllando demograficamente il numero di gatti, tutelandoli da ogni forma di ABUSO o MALTRATTAMENTO.
Chiunque stesse curando un gruppo di gatti randagi NEL COMUNE DI PIACENZA può compilare il modulo per censire la colonia e consegnarlo presso l’Ufficio Tutela Animali in V.le Beverora, 57 (Vd. “INFO UTILE” a fondo pagina).

Chi si occupa delle colonie?
Le persone che si occupano della nutrizione e della cura degli animali sono privati cittadini o appartenenti ad associazioni di volontariato, mossi dal grande amore verso gli animali.
La tradizione vuole che siano principalmente le donne a prendersi cura degli animali (da qui il termine di “gattare” per indicarle), ma sono sempre più gli uomini e i giovani che vogliono dedicarsi ad attività di cura e tutela di questi amici a quattro zampe.
Il servizio veterinario della AUSL di Piacenza provvede alla sterilizzazione gratuita dei componenti della colonia felina.
Per i comuni la prassi dovrebbe essere identica, anche se spesso in provincia i fondi per le sterilizzazioni sembrano terminare molto/troppo rapidamente.

Regole d’oro per occuparsi correttamente di una colonia:
- Sincerarsi che le condizioni di salute dei singoli gatti siano buone.
- Distribuire il cibo ad ore fisse, in modo che i gatti consumino subito la loro razione.
- Collocare le eventuali “stazioni di rifornimento”, ove possibile, al riparo dal sole per evitare decomposizioni e cattivi odori.
- Riferire al responsabile della colonia qualsiasi anomalia.
- Usare, quando possibile, cibi secchi per evitare la formazione di cattivi odori.
- Provvedere sempre affinché ci sia dell’acqua a disposizione degli animali.
- Rinnovare spesso eventuali cassette e tenere il piu’ possibile pulite le eventuali coperture di lana per l’inverno.
- Laddove presenti, concordare con gli inquilini uno spazio apposito dove lasciare il cibo per i gatti di cortile e giardini condominiali. Questo spazio dovrà sempre essere tenuto scrupolosamente pulito.
- Accertarsi che ci sia sempre lo stesso numero di gatti.
- IMPORTANTISSIMO: ricordarsi sempre che queste regole non bastano se non si è provveduto alla sterilizzazione dei gatti, necessaria alla salvaguardia della salute, ad evitarne la crescita incontrollata e a mantenere la citta’ in condizioni decorose.

INFO UTILE:
Il cittadino che intende accedere al servizio di sterilizzazione dei gatti randagi presenti in una zona della città, deve compilare i moduli relativa al censimento dei gatti che compongono la colonia felina, nonché la richiesta di sterilizzazione. L’ufficio provvede ad inserire i dati in un database ed a programmare l’intervento di sterilizzazione definendone la priorità.

Il richiedente si presenta presso gli uffici comunicando l’elenco dettagliato dei gatti della colonia felina di cui si occupa. Il documento può essere consegnato direttamente, (o trasmesso attraverso posta, fax, mail, telefono) agli uffici comunali che, verificata l’effettiva presenza della colonia felina, provvederanno all’avvio della pratica comunicando al veterinario incaricato l’elenco dei gatti da sterilizzare.
I procedimento si conclude con la sterilizzazione di tutte le gatte femmine che compongono la colonia.

Normativa di riferimento
· L.R. n° 27 del 7/04/2000 Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina.

ATTENZIONE: i singoli cittadini NON devono prendere iniziative personali che possano condizionare/modificare l’andamento di una colonia felina censita.
Se ci fosse la volontà di dare il proprio contributo (gesto ammirevole e sicuramente gradito) è necessario rivolgersi al responsabile della colonia in questione.